La festa più chic

FLYER_CAPODANNO_Caracciolo_ELETTRONICO-01

Napoli, croce e delizia dei suoi abitanti, teatro di cronaca dagli scenari incantevoli e inimitabili, sovrastata da un cielo azzurro e dal Vesuvio, leggendaria minaccia e simbolo della città.

E proprio di fronte al gigante, sulle acque del Golfo, si affaccia una splendida terrazza panoramica.

Villa Caracciolo è lieta di invitarvi a “La festa più chic” per celebrare insieme insieme l’anno concluso e festeggiare quello nuovo che verrà.

Negli ampi saloni della Villa gli ospiti saranno accolti con un delizioso aperitivo di benvenuto, per proseguire a tavola con un menù squisitamente mediterraneo, accompagnati da vini tipici pregiati.

Allo scoccare della mezzanotte lo staff offrirà a tutti gli ospiti un brindisi e una degustazione di dolci tradizionali, e sarà possibile ammirare gli spettacolari fuochi d’artificio dalle vetrate sul mare.

La struttura è dotata di un ampio parcheggio.

Ultimo saluto alle vittime dell’ incidente in IrpiniaLast respects to the victims of the ‘incident in IrpiniaUn dernier hommage aux victimes de “l’incident en Irpinia

Ultimo saluto alle vittime dell' incidente in Irpinia

Il giorno più triste è arrivato, sono disposte l’una accanto all’altra le salme delle 38 vittime  su un  tappeto rosso, le corone di fiori; così vicini come erano state allineate dopo il loro ritrovamento.

I familiari delle povere vittime che hanno perso la vita nel tragico indicente di domenica sera in Irpinia sono giunti  sin dalle prime ore del mattino, al palazzetto dello sport di Pozzuoli e 38 vittime dell’incidente del bus in Irpinia.  Se ne contano 4 mila al Palazzetto dello  Sport di Monteruscello. Altre centinaia si sono fermati fuori dalla struttura, per seguire le esequie sui maxischermi.

Durante l’omelia, il vescovo di Pozzuoli, che ha celebrato la cerimonia, ha lanciato un appello per una solidarietà concreta nei confronti dei feriti e dei familiari delle vittime: «Istituzioni civili e religiose, non lasciamo soli questi nostri fratelli – ha detto Monsignor Gennaro Pascarella – soprattutto quelli che si sono ritrovati senza più sostegni anche economici». Di fronte ad una tragedia simile, ha aggiunto, «forte è lo sconcerto, è difficile parlare».

Ogni parola detta può suonare banale, fuori posto o solo formale. Verrebbe solo di tacere o gridare il proprio dolore». Poi, ha rivolto un invito ai magistrati, cui «spetterà fare chiarezza sulla dinamica dell’incidente per trovarne le cause, ad altri mettere in atto strumenti che non permettano che si verifichino altri incidenti. La prima solidarietà è il rispetto delle regole».

L’Arte della Felicità cartone a NapoliThe Art of Happiness cartoon in NaplesL ‘Art de carton de bonheur à Naples

L'Arte della Felicità cartone a Napoli

Una Napoli plumbea, sotto la pioggia, nei rifiuti e preapocalittica, dove però vi è dove c’è la possibilità di un nuovo inizio. E’ questo  lo scenario, ideato dal  regista Alessandro Rak, che firma il nuovo cartone animato L’arte della felicità.

Un cartoon che apre fuori concorso la Settimana internazionale della Critica, sezione parallela e indipendente della Mostra di Venezia (28 agosto-7 settembre). Il protagonista è Sergio, tassista, che ha abbandonato la passione per la musica. Una notizia sconvolgente lo porta a confrontarsi con la vita.

Prodotto da Big Sur in collaborazione con MAD Entertainment, Rai Cinema e Cinecittà Luce, il film è ambientato in una Napoli cupa, surreale e pre-apocalittica e si avvale delle voci di attori celebri come Renato Carpentieri e Nando Paone in veste di doppiatori.

Medeaterranea Corsi di cucina a Napoli

Medeaterranea Corsi di cucina a Napoli

Se non siete degli abili cuochi ma vorreste imparare a cucinare, partendo dalle basi a  piatti più avanzati  prelibatezze della nostra tradizione. da preparare per i vostri familiari o degli ospiti invitati oggi vi proponiamo una serie di ricette facili che non richiedono particolari abilità né esperienza, suggerendovi anche qualche piccolo trucco.

L’Alta Scuola di Cucina Mediterranea  è un istituto di formazione professionale nelle professioni gastronomiche per le discipline di cucina, pasticceria, cioccolateria, gelateria, bar, panificazione, una vera e propria palestra gastronomica nella quale acquisire, al fianco di qualificati professionisti del settore, le tecniche di lavoro più coerenti con le prassi professionali.

Obiettivo è quello di esaltare il grande patrimonio di creatività e professionalità rappresentato dalla ristorazione nelle sue varie espressioni di tradizione ed innovazione
Formazione e promozione della cultura alimentare italiana , valorizzazione delle produzioni tipiche e di qualità, con particolare riferimento alla Dieta Mediterranea,per fornire al vasto pubblico degli addetti ai lavori e degli appassionati le giuste chiavi di interpretazione del pianeta food.
In particolare, l’ Alta Scuola di Cucina Meditteranea si rivolge a:
– studenti delle scuole secondarie che pensando al loro futuro, vogliono diventare cuochi o pasticceri attraverso un percorso formativo di lungo periodo.
– i principianti che intendono avviare la professione di cuoco, pasticcere, gelatiere, panificatore, pizzaiolo o barman attraverso i corsi base di media o breve durata.
– coloro che, già affermati nella loro professione, desiderano un aggiornamento e un approfondimento di temi specifici
– gli stranieri che desiderano seguire ed apprendere lezioni di stile italiano nelle professioni gastronomiche

Le attività della Scuola, si svilupperanno  presso il ristorante Donnanna a partire dalla secondo settimana di settembre,  i fuochi e le attrezzate  specificamente a disposizione di tutti i partecipanti ai corsi.

O mast re chef ultimi colpi di mestoloO king mast chef last shots ladleO roi mât chef de tirs dernière louche

O mast re chef ultimi colpi di mestolo

Giunta alle battute finali la gara di cucina più famosa di Posillipo, che ha inaugurato le sue sfide culinarie lo scorso marzo. Le mura e la cucina a vista del ristorante Donnanna sono stati in questi mesi palcoscenico d’ occasione per cuochi dilettanti da strapazzo.

Sono sei i concorrenti hanno superato ben 22 sfide e si avviano al  gran finale , si  affronteranno martedì 16 luglio e giovedì 19 per per poi sfidarsi un ultima volta martedì 23 luglio.

Una finale senza esclusioni di colpi di mattarello e salsine che prevede la sola presenza di  uomini: giudicati da una giuria tecnica e una giuria popolare, che potrà gustare i menu al costo di 25 euro.

Chiunque può candidarsi come pubblico, per ogni sfida si parte da un numero di  50 fino alle 100 persone.

Napoli matrimonio subacqueoNaples underwater weddingNaples mariage sous-marin

Napoli matrimonio subacqueo

Al posto del frac una muta per lui  e per lei lo stesso ma con velo bianco sul capo.Il loro fatidico sì ha risuonato oltre 15 metri di profondità dei fondali flegrei.
Il primo cittadino  di Bacoli, Ermanno Schiano ha  officiato le insolite nozze, con la tenuta da sub e la fascia tricolore, comunicando con la coppia attraverso dei cartelli. 
Lei Daniela Coppola, di 29 anni, e Fabio Petricelli, di 33 anni – entrambi esperti subacquei – hanno scelto di convolare a nozze sott’acqua.
Alla cerimonia,  hanno partecipato 40 invitati con muta, maschera e bombole, tutti animati da una comune passione per gli abissi.Il rito del matrimonio è stato ufficializzato qualche giorno dopo in municipio.
 

Città della Scienza rinasce dalle ceneriAugmentation de la Cité des Sciences de ses cendresAugmentation de la Cité des Sciences de ses cendres

ittà della Scienza rinasce dalle ceneri

Arriva  da Roma una buona notizia per Napoli, riguarda la ricostruzione di  Città della Scienza. I  Laboratori di Educazione alla Scienza riacquisteranno vita molto presto.

Si tratta di  un accordo triennale  firmato dall’azienda aerospaziale Avio. L’intesa prevede un contributo in termini di supporto tecnologico e di ricerca, è inoltre un ottima possibilità  università del territorio, un gruppo di ricercatori  presiederà i lavori.  Ad annunciarlo l’amministratore delegato della Avio, Francesco Caio.

Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich oggi a NapoliCarlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich today in NaplesCarlo Cracco, Bruno Barbieri et Joe Bastianich aujourd’hui à Naples

Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich oggi a Napoli

Master Chef  Italia  approda a Napoli, si incontreranno oggi in piazza San Domenico Maggiore a partire dalle 16.

I protagonisti del programma cult di Sky molto seguito dagli appassionati del “cooking show.“
Una delle piazze più vive del centro storico napoletano già focolaio di cultura si trasformerà in una vera e  grande cucina “en plen air”, nella quale 16 concorrenti divisi in due squadre si sfideranno sul tema della frittura.

I vincitori saranno proclamati dai veri  giudici del reality Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich, divenuti ormai anche personaggi televisivi a tutto tondo.

Festa del Lavoro Napoli la celebra con l’arteNaples celebrates Labor Day with artNaples célèbre la fête du travail avec l’art

Domani è il I Maggio Festa dei Lavoratori, nata per  ricordare l’impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori. La festa del lavoro è riconosciuta in molte nazioni del mondo ma non in tutte.

Con  essa si intendono ricordare le battaglie operaie volte alla conquista di un diritto ben preciso: l’ orario di lavoro quotidiano fissato in otto ore. Tali battaglie portarono alla promulgazione di una legge che fu approvata nel 1866 nell’Illinois (USA); con la  Prima Internazionale le  legislazioni simili furono  approvate anche in Europa.

 

Napoli città pregna di storia e monumenti  la celebra con la partenza del mese dedicato alle  sue ricchezze, attraverso il Maggio dei Monumenti oltre 100 chiostri e cortili verranno aperti, alcuni anche  per la prima volta, è il caso di quelli del cinquecentesco monastero di clausura detto “delle Trentatrè”.

Previste 600 visite guidate,  più 200 nelle stazioni Art- Metrò , sarà possibile assistere a 80 performance, tra Palazzo Reale e Capodimonte, a cui aggiungono 76 eventi  e 25 mostre.

Grossi sono i numeri del ‘Maggio dei Monumenti, che affascinerà appassionati e non  dal 4 maggio al 2 giugno a Napoli.

 

Guida Completa Al Maggio dei Monumenti 2013

 

Al Donnanna va in scena : ‘O Mast re Chef’At Donnanna goes on stage : ‘O Mast re Chef’Donnanna monte sur scène : ‘O Mast re Chef’

O’ Mast in napoletano significa capo, il maestro, colui che sa e può trasmetterlo o semplicemente  viene investito di tale  ruolo grazie al seguito e ai consensi, ricevuti.

Il  Must(er) per gli americani racchiude lo stesso significato, a fare la differenza è solo un gioco di vocali.

Dall’ inconfondibile vena creativa partenopea nasce l’idea di rendere l’idea di una cena differente, i semplici amanti della cucina e tutti gli  appassionati potranno indossare il capello dello chef e non solo,  per una sera.

Stupire se stessi i  propri commensali, il tutto arricchito da sana competizione e voglia di mettersi in gioco.

Il ‘campo di battaglia’ è  sarà il favoloso ristorante Donnanna affacciato su Caracciolo, a piena vista golfo.

Quindici le sfide previste  per gli  insoliti  chef, che un’ attenta giuria tecnica valuterà attraverso i criteri di gusto, estetica e passione; all’ interno della sfida culinaria prenderà vita anche una gara fotografica, sulla presentazione visiva di ogni singola portata.

 Giovedì 4 aprile la prima sfida dopo le preselezioni, ogni martedì e giovedì a partire dalle 20:30 fino alle 00:30, i 32  sfidanti si affronteranno ad eliminazione diretta, affrontandosi in sedicesimi, ottavi e quarti di finale,  la gara si concluderà con la  finalissima il 18 luglio 2013.

Quando: martedì e giovedì
Dove: Ristorante DonnAnna, Via Posillipo, 16       081 5757257  –  081 769 0920