L’abito ideale per trasformare il futuro sposo in un perfetto gentleman

L'abito ideale per trasformare il futuro sposo in un perfetto gentleman

Anche per lo sposo la scelta dell’abito è importante e così come le future spose. I rispettivi partner sono legati alle tendenze del momento. Un numero sempre maggiore di sposi si sta ispirando agli abiti del grande Gatsby, il famoso dandy anni ’20 nonché protagonista del film di Francis Scott Fitzgerald interpretato da Leonardo Di Caprio. Gli abiti tre pezzi indossati sono particolarmente eleganti, gli accessori sono selezionati con una cura minuziosa.

Così è possibile scegliere abiti alla moda abbinando ad esempio giacca blu o a righe e pantalone bianco o ancora scegliendo un abito da sposo rosa chiaro.  Le tendenze del 2014 vedono dunque il futuro marito trasformarsi in un perfetto gentleman per conquistare ancora di più la propria donna anche sull’altare.  

Come valorizzare l’abito con il gioiello perfetto

Come valorizzare l’abito con il gioiello perfetto

 

Grande, anzi grandissimo! L’accessorio da indossare dovrà avere un unico requisito per impreziosire l’abito da sposa. Gli orecchini, specialmente se appariscenti, non dovranno essere accompagnati da altro gioiello, invece il bracciale luccicante non dovrà essere abbinato ad una  collana, soprattutto se vistosa. Infine, unico protagonista del giorno, sarà la fede che dovrà risaltare sulla mano curata della sposa. Inutile aggiungere che per tutti gli altri anelli non ci sarà posto quel giorno.

Non solo bianco: l’abito 2014 si tinge di rosa

Non solo bianco: l'abito 2014 si tinge di rosa

La tradizione vuole che l’abito da sposa, soprattutto in un matrimonio in chiesa, sia bianco o avorio. Le ultime tendenze però, rivoluzionano i colori dell’abito che, nell’autunno/inverno 2014, sarà rosa, così come proposto sulle passerelle della New York dridal fashion week. Il rosa sarà protagonista in tutte le sue sfumature dalle più leggere e raffinate, per avere vestiti  che rimandano ai petali di una rosa, alla più schoking, per differenziarsi e chiudere con le vecchie tradizioni. Si può addirittura avere abiti che toccano le tonalità del rosso intenso e vivace. Per quanto riguarda il modello, si può andare dagli abiti più aderenti agli abiti più morbidi e vaporosi. La sposa potrà dunque scegliere se osare o restare ancorata alle tradizioni, conservando in ogni caso, romanticismo e leggerezza.

L’abito da sposa giusto per noi: le nuove tendenze del 2014

L'abito da sposa giusto per noi: le nuove tendenze del

Scegliere l’abito da sposa giusto per una donna è sempre un’emozione ma il vero segreto per trovare quello adatto, è che esso rispecchi la nostra idea di matrimonio. Conoscere le tendenze del momento per capire cosa possa fare al caso nostro, può esserci di grande aiuto. Per gli abiti della sposa del 2014 ritorna lo stile vintage ispirato agli anni ’20 con la tendenza Grande Gatsby. Si tratta di abiti scivolati, ricoperti da perline e decorazioni scintillanti dai tessuto delicati o ancora gonne lunghe ma non vaporose che si accompagnano a corpetti non fasciati e morbidi. La moda ripropone abiti corti, caratterizzati da gonne vaporose ed ampie  abbinate a corpetti stetti e fascianti, ideali per valorizzare il punto vita. Al contrario, si è ridotta la moda degli abiti senza spalline: al corpetto classico senza spalline si abbina uno stato di pizzo velato per ricoprire le spalle e il decolltè.  Ultima nota suggerita dai nuovi trend è il colore, che per la nuova stagione, si può abbinare al  bianco: il lussuoso ed elegante oro. Le spose che vogliono differenziarsi, possono poi scegliere un abito dalle diverse sfumature di rosa, per risaltare la propria personalità. In ogni caso, attente sempre a trovare l’abito che valorizzi il vostro fisico e metta in risalto le vostre qualità. .

Matrimonio eco-solidale: da oggi si può

Matrimonio eco-solidale: da oggi si può

È possibile tutelare l’ambiente anche il giorno del proprio matrimonio? Certo che si! Basta scegliere un matrimonio eco-solidale. Un pizzico di fantasia, una manciata di originalità ed ecco che ogni fase della cerimonia diventa un’espressione concreta di solidarietà verso l’ambiente. La location giusta sarà sicuramente un’oasi nel verde, aria pulita e relax di suoni e colori. Il menù dovrà essere rigorosamente a Km 0, con piatti locali e cibi di stagione. L’allestimento sarà bio, tovaglie in cotone o lino, posate e piatti composti da materiali naturali e al posto di fiori freschi, piante in vaso da poter riutilizzare senza nuocere alla natura. Per quanto riguarda le bomboniere, si potrà optare per un prodotto biologico acquistato presso un negozio equo e solidale o devolvere la cifra altrimenti destinata ad un’associazione no profit, regalando agli invitati un gesto di amore verso il prossimo e perché no, anche verso se stessi.

Organizzare il matrimonio in modo simpatico e innovativo.SireApp, l’app per i matrimoni.

Organizzare il matrimonio in modo simpatico e innovativo.SireApp, l'app per i matrimoni.

Un’applicazione simpatica e innovativa per organizzare il proprio matrimonio? Con SireApp si può! Sire Ricevimenti infatti, in occasione della fiera Tutto Sposi, che si terrà dal 19 al 27 ottobre alla Mostra d’Oltremare di Napoli, presenterà SireApp, la nuova applicazione per smartphone Apple Store e Android presonalizzata per il  matrimonio. L’app di sire è scaricabile dal market di Android e dall’Apple Store e ed è formata da  10 pagine circa che contengono le informazoni principali sul matrimonio come dettagli sugli sposi, la location del ricevimento, la chiesa,la lista di nozze e altre notizie e curiosità sul matrimonio. L’applicazione sarà scaricata dagli invitati che così avranno l’opportunità di ottenere informazioni sul matrimonio in modo rapido e divertente. SireApp resterà funzionante e sarà scaricabile per 12 mesi, ed in seguito potrà essere rinnovata, evolvendosi in un’app che segue gli sposi nel loro percorso di vita (viaggio di nozze ecc.). Sul sito Sire ci sarà una pagina dedicata all’app raggiungibile tamite il sito www.sireapp.it e sarà possibile scaricare una demo inserendo come parola chiave sire ricevimenti.

L’Arte della Felicità cartone a NapoliThe Art of Happiness cartoon in NaplesL ‘Art de carton de bonheur à Naples

L'Arte della Felicità cartone a Napoli

Una Napoli plumbea, sotto la pioggia, nei rifiuti e preapocalittica, dove però vi è dove c’è la possibilità di un nuovo inizio. E’ questo  lo scenario, ideato dal  regista Alessandro Rak, che firma il nuovo cartone animato L’arte della felicità.

Un cartoon che apre fuori concorso la Settimana internazionale della Critica, sezione parallela e indipendente della Mostra di Venezia (28 agosto-7 settembre). Il protagonista è Sergio, tassista, che ha abbandonato la passione per la musica. Una notizia sconvolgente lo porta a confrontarsi con la vita.

Prodotto da Big Sur in collaborazione con MAD Entertainment, Rai Cinema e Cinecittà Luce, il film è ambientato in una Napoli cupa, surreale e pre-apocalittica e si avvale delle voci di attori celebri come Renato Carpentieri e Nando Paone in veste di doppiatori.

Napoli matrimonio subacqueoNaples underwater weddingNaples mariage sous-marin

Napoli matrimonio subacqueo

Al posto del frac una muta per lui  e per lei lo stesso ma con velo bianco sul capo.Il loro fatidico sì ha risuonato oltre 15 metri di profondità dei fondali flegrei.
Il primo cittadino  di Bacoli, Ermanno Schiano ha  officiato le insolite nozze, con la tenuta da sub e la fascia tricolore, comunicando con la coppia attraverso dei cartelli. 
Lei Daniela Coppola, di 29 anni, e Fabio Petricelli, di 33 anni – entrambi esperti subacquei – hanno scelto di convolare a nozze sott’acqua.
Alla cerimonia,  hanno partecipato 40 invitati con muta, maschera e bombole, tutti animati da una comune passione per gli abissi.Il rito del matrimonio è stato ufficializzato qualche giorno dopo in municipio.
 

Matrimonio con rissaMarriage fightCombat de mariage

Matrimonio con rissa

E’ bastata una frase fuori posto per trasformare  il giorno più bello della loro vita, nel peggiore.

Ieri a Salerno, presso la chiesa di  Sant’ Egidio del Monte Albino, un matrimonio come tanti altri in questo periodo, questa la stagione per antonomasia dei matrimoni.  A seguire le promesse non il s0lito lancio del riso con applauso, ad accogliere gli sposi, una volta fuori dalla chiesa –  una grande rissa -.

I  parenti dello sposo e della sposa:  una frase fuori luogo, forse una battuta eccessivamente carica di malizia. Ha generato una reazione inaspettata, alcuni  parenti, hanno cominciato a scambiarsi frasi,  poco carine , arrivando successivamente alle  mani

Il pranzo di nozze è stato ovviamente annullato, dal momento che ormai la cerimonia era stata definitivamente rovinata. Quel che è peggio è che questo matrimonio passerà alla storia  come uno dei più brevi, in quanto a rissa finita i neo sposi hanno deciso di procedere all’ annullamento dello stesso

Rapina a mano armata, furto di 5 pizze a Forcella

Sarebbe potuta essere la scena di punta di una pellicola del migliore neorealismo cinematografico  italiano; ma di neorealistico ha tutto il sapore della così detta crisi, o meglio la fame italiana, solo che si tratta della realtà più pura e spregiudicata.

E’ accaduto a Forcella ieri sera , in una pizzeria dal centro storico di Napoli un cliente ordina cinque margherite da portar via, il locale è  pieno  scene di quotidianità per le pizzerie di Napoli  che, dopo pochi minuti, si trasforma nel perfetto soggetto di un film:.

Il cliente delle 5 pizze una volta pagato  il conto, esce  si dirige verso casa, quando alle sue spalle :  “Dammi le pizze, anche i miei figli hanno fame e pure loro devono mangiare”.

Il rapinatore ‘buono‘ non ha chiesto nulla di valore, ne soldi ne telefono cellulare,  voleva solo sfamare la  sua famiglia .

Consegnate prontamente le pizze al rapinatore, che se ne va allungando il passo. La vittima torna in pizzeria; un cameriere nota il suo stato di agitazione e gli offre un bicchiere d’acqua. “Rifatemi cinque pizze”, chiede il cliente. “Ma voi non siete appena uscito?”, gli chiede il cassiere. E qui viene fuori la storia. “Non mi crederete, ma sono stato appena rapinato”.