Matrimonio eco-solidale: da oggi si può

Matrimonio eco-solidale: da oggi si può

È possibile tutelare l’ambiente anche il giorno del proprio matrimonio? Certo che si! Basta scegliere un matrimonio eco-solidale. Un pizzico di fantasia, una manciata di originalità ed ecco che ogni fase della cerimonia diventa un’espressione concreta di solidarietà verso l’ambiente. La location giusta sarà sicuramente un’oasi nel verde, aria pulita e relax di suoni e colori. Il menù dovrà essere rigorosamente a Km 0, con piatti locali e cibi di stagione. L’allestimento sarà bio, tovaglie in cotone o lino, posate e piatti composti da materiali naturali e al posto di fiori freschi, piante in vaso da poter riutilizzare senza nuocere alla natura. Per quanto riguarda le bomboniere, si potrà optare per un prodotto biologico acquistato presso un negozio equo e solidale o devolvere la cifra altrimenti destinata ad un’associazione no profit, regalando agli invitati un gesto di amore verso il prossimo e perché no, anche verso se stessi.

Organizzare il matrimonio in modo simpatico e innovativo.SireApp, l’app per i matrimoni.

Organizzare il matrimonio in modo simpatico e innovativo.SireApp, l'app per i matrimoni.

Un’applicazione simpatica e innovativa per organizzare il proprio matrimonio? Con SireApp si può! Sire Ricevimenti infatti, in occasione della fiera Tutto Sposi, che si terrà dal 19 al 27 ottobre alla Mostra d’Oltremare di Napoli, presenterà SireApp, la nuova applicazione per smartphone Apple Store e Android presonalizzata per il  matrimonio. L’app di sire è scaricabile dal market di Android e dall’Apple Store e ed è formata da  10 pagine circa che contengono le informazoni principali sul matrimonio come dettagli sugli sposi, la location del ricevimento, la chiesa,la lista di nozze e altre notizie e curiosità sul matrimonio. L’applicazione sarà scaricata dagli invitati che così avranno l’opportunità di ottenere informazioni sul matrimonio in modo rapido e divertente. SireApp resterà funzionante e sarà scaricabile per 12 mesi, ed in seguito potrà essere rinnovata, evolvendosi in un’app che segue gli sposi nel loro percorso di vita (viaggio di nozze ecc.). Sul sito Sire ci sarà una pagina dedicata all’app raggiungibile tamite il sito www.sireapp.it e sarà possibile scaricare una demo inserendo come parola chiave sire ricevimenti.

Napoli matrimonio subacqueoNaples underwater weddingNaples mariage sous-marin

Napoli matrimonio subacqueo

Al posto del frac una muta per lui  e per lei lo stesso ma con velo bianco sul capo.Il loro fatidico sì ha risuonato oltre 15 metri di profondità dei fondali flegrei.
Il primo cittadino  di Bacoli, Ermanno Schiano ha  officiato le insolite nozze, con la tenuta da sub e la fascia tricolore, comunicando con la coppia attraverso dei cartelli. 
Lei Daniela Coppola, di 29 anni, e Fabio Petricelli, di 33 anni – entrambi esperti subacquei – hanno scelto di convolare a nozze sott’acqua.
Alla cerimonia,  hanno partecipato 40 invitati con muta, maschera e bombole, tutti animati da una comune passione per gli abissi.Il rito del matrimonio è stato ufficializzato qualche giorno dopo in municipio.
 

Matrimonio con rissaMarriage fightCombat de mariage

Matrimonio con rissa

E’ bastata una frase fuori posto per trasformare  il giorno più bello della loro vita, nel peggiore.

Ieri a Salerno, presso la chiesa di  Sant’ Egidio del Monte Albino, un matrimonio come tanti altri in questo periodo, questa la stagione per antonomasia dei matrimoni.  A seguire le promesse non il s0lito lancio del riso con applauso, ad accogliere gli sposi, una volta fuori dalla chiesa –  una grande rissa -.

I  parenti dello sposo e della sposa:  una frase fuori luogo, forse una battuta eccessivamente carica di malizia. Ha generato una reazione inaspettata, alcuni  parenti, hanno cominciato a scambiarsi frasi,  poco carine , arrivando successivamente alle  mani

Il pranzo di nozze è stato ovviamente annullato, dal momento che ormai la cerimonia era stata definitivamente rovinata. Quel che è peggio è che questo matrimonio passerà alla storia  come uno dei più brevi, in quanto a rissa finita i neo sposi hanno deciso di procedere all’ annullamento dello stesso

Festa del Lavoro Napoli la celebra con l’arteNaples celebrates Labor Day with artNaples célèbre la fête du travail avec l’art

Domani è il I Maggio Festa dei Lavoratori, nata per  ricordare l’impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori. La festa del lavoro è riconosciuta in molte nazioni del mondo ma non in tutte.

Con  essa si intendono ricordare le battaglie operaie volte alla conquista di un diritto ben preciso: l’ orario di lavoro quotidiano fissato in otto ore. Tali battaglie portarono alla promulgazione di una legge che fu approvata nel 1866 nell’Illinois (USA); con la  Prima Internazionale le  legislazioni simili furono  approvate anche in Europa.

 

Napoli città pregna di storia e monumenti  la celebra con la partenza del mese dedicato alle  sue ricchezze, attraverso il Maggio dei Monumenti oltre 100 chiostri e cortili verranno aperti, alcuni anche  per la prima volta, è il caso di quelli del cinquecentesco monastero di clausura detto “delle Trentatrè”.

Previste 600 visite guidate,  più 200 nelle stazioni Art- Metrò , sarà possibile assistere a 80 performance, tra Palazzo Reale e Capodimonte, a cui aggiungono 76 eventi  e 25 mostre.

Grossi sono i numeri del ‘Maggio dei Monumenti, che affascinerà appassionati e non  dal 4 maggio al 2 giugno a Napoli.

 

Guida Completa Al Maggio dei Monumenti 2013

 

O’ mast re Chef buona la prima king of chef Good firstRoi du chef Bonne première

La prima sfida de ” O’ mast re chef ” premia la tradizione, si sono sfidati a colpi di salsine e manicaretti i primi ‘masti chef’.

Lei  è  una ricercatrice universitaria e lui un ex antiquario, Zelda Marino e Carmine De Gregorio, due persone molto diverse ma accomunate da la stessa passione, la cucina.

E’ stata una serata intensa quella a Posillipo, il ristorante Donnanna  ha ospitato ben 80 commensali i quali hanno vagliato   i manicaretti studiati per l’occasione da i due chef della serata.

Assieme alla giuria di qualità  composta da : Bruno Sganga giornalista enogastronomo, Fabio Brescia showman attore conduttore radiofonico, Marco Alberti produttore lattiero-caseario; decretando la vittoria della prima sfida del contest culinario posillipino.

Ogni singola portata è stata valutata attraverso una valutazione estetica , simpatia dello che , oltre l’ ovvio  sapore, il cappello di chef se l’ è aggiudicato Chef Carmine, le sue armi vincenti la semplicità e il richiamo al mare e ai suoi sapori.

Isole ecologiche e totem informativi istallati negli scavi di PompeiEcological islands and information kiosks installed in the excavations of PompeiiÎlots écologiques et des kiosques d’information installés dans les fouilles de Pompéi

Istallate  mini isole ecologiche all’interno degli scavi di Pompei per invogliare tutti i turisti e non solo loro.

Con note in italiano, inglese, tedesco e francese saranno dislocate lungo tutto il percorso degli scavi, “invogliando” così i turisti quantificabili per anno  in 2 milioni e 500mila affinché contribuiscano alla raccolta differenziata.

Il progetto  è stato vagliato in occasione del  potenziamento della raccolta differenziata nel sito Archeologico e nel Parco Nazionale del Vesuvio, realizzato dal Conai, Consorzio nazionale imballaggi, con il patrocinio dei Ministeri dell’Ambiente e per i Beni e le Attività Culturali, della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, della Regione Campania, del Parco del Vesuvio e di Legambiente Campania.


Shopper biodegadabili e i 25 totem installati venticinque totem con lo scopo di educare, formare e divertire i visitatori . Sui totem informativi appariranno  aforismi latini famosi, quali : Carpe Diem (Cogli l’attimo), Ignorantia Legis Non Excusat (L’ignoranza della legge non scusa), per esortare, ancora una volta, i moderni visitatori al riciclo.

Pizzo mon amourLace mon amourDentelle mon amour

2013 anno del pizzo.

Questa la tendenza delle fashion victims più attente, e il wedding non resta a guardare: motli gli stilisti che hanno celebrato il pizzo nelle sue molteplici declinazioni, dal delicato al barocco. In ricami sontuosi impreziositi da piccole perle e dettagli scintillanti o in sottili linee quasi tatuate sul corpo, il pizzo ricopre le spose sia della primavera estate, sia delle anticipazioni delle sfilate per il prossimo autunno inverno. Qualche consiglio utile dai wedding planners che propongono, con abiti così elaborati make up naturali e morbidi raccolti per le acconciature e naturalmente, accessori poco vistosi che esaltino la maestosità del vestito.

Low budget weddingLow budget weddingMariage à petit budget

Il matrimonio è uno degli eventi più importanti, ma anche uno dei più costosi: si calcola che il budget medio in Italia sia di circa 27000 euro. Come fare, dunque per risparmiare.

Dipende da quanto e da cosa si sia disposti a rinunciare:

Un principesco abito da sposa?Un ricevimento sfarzoso in una location altrettanto fastosa?

Dalla rete giungono suggerimenti di tutti i tipi per ridurre il budget il più possibile a partire dal numero degli invitati, dalle creazioni hand made di inviti, partecipazioni, bomboniere e bouquet, dall’ affitto dell’abito e delle decorazioni floreali fino ad arrivare a location e banqueting all’ insegna del low cost.

Location e banqueting  sono probabilmente le voci più importanti del budget plan e per risparmiare si propongono soluzioni creative e informali come il ricevimento in spiaggia o sotto un gazebo in campagna,  finger food in soluzione buffet e una torta nuziale semplice o composta da tanti piccoli cupcakes. Anche la lista nozze può essere d’aiuto alla riduzione del budget: il viaggio di nozze è uno dei regali prediletti che spesso compare addirittura come unico elemento della lista.

A Tutto Sposi 2013 va in scena :Il favoloso mondo di SireIn 2013 Wedding Everything is staged: The fabulous world of SireEn 2013 Tout est mis en scène de mariage: Le monde merveilleux de Sire

 

Un matrimonio, quello tra  SIRE Ricevimenti e la fiera Tutto Sposi, che dura da più di vent’anni. Come ogni anno il Gruppo SIRE, leader in Italia nell’organizzazione del principe dei ricevimenti, quello nuziale, propone un design diverso ed esclusivo per il suo stand  presso la fiera di settore più importante d’Italia.

 

Quest’anno la progettazione dello stand ha voluto, in particolare, puntarei sull’ atmosfera particolarmente suggestiva  restituita da  luci colorate e soffuse, da fiori giganti e luminosi e da un grande albero, come quello che si incontra solamente nelle favole, dai cui rami scendono fiocchi colorati, un elemento questo di grande attrazione sia per il grande  pubblico che per gli  operatori del settore. Insomma un invito implicito ad entrare nel Favoloso  Mondo di SIRE  che permette a tutti i promessi sposi, in questi giorni, in fiera, di affacciarsi in un mondo fatato, per realizzare, al meglio,il proprio sogno d’amore.

 

Una fiaba  che può realizzarsi presso tutte le location che il Gruppo gestisce, da Villa Caracciolo situata sul mare di Posillipo di fronte a Capri ed accanto al Palazzo Donnanna, a Villa Il Parnaso, suntuosa location dalla magica atmosfera situata nel cuore dei Camaldoli, dall’Hotel San Francesco al Monte, che con la sua antica bellezza domina il golfo di Napoli, al Castello Medievale di Castellammare, una vera e propria dimora reale degna di ospitare ogni principessa, da Casa Lerario, splendida tenuta situata nel beneventano in cui poter realizzare le proprie nozze eco-chic, al Kanathè sensazionale e affascinante luogo dove poter dare vita a  matrimoni in riva al mare, sulla splendida spiaggia perfettamente attrezzata.

 

Innumerevoli e di grande appeal le locations di SIRE, panoramiche o immerse nel verde, fascinosamente d’epoca o dotate di tutti quei comfort che la modernità può garantire, romantiche ed intime o in grado di ospitare un grandissimo numero di ospiti, ma tutte, a fronte della loro diversità, accomunate da un unico attributo: l’impareggiabile bellezza.