La festa più chic

FLYER_CAPODANNO_Caracciolo_ELETTRONICO-01

Napoli, croce e delizia dei suoi abitanti, teatro di cronaca dagli scenari incantevoli e inimitabili, sovrastata da un cielo azzurro e dal Vesuvio, leggendaria minaccia e simbolo della città.

E proprio di fronte al gigante, sulle acque del Golfo, si affaccia una splendida terrazza panoramica.

Villa Caracciolo è lieta di invitarvi a “La festa più chic” per celebrare insieme insieme l’anno concluso e festeggiare quello nuovo che verrà.

Negli ampi saloni della Villa gli ospiti saranno accolti con un delizioso aperitivo di benvenuto, per proseguire a tavola con un menù squisitamente mediterraneo, accompagnati da vini tipici pregiati.

Allo scoccare della mezzanotte lo staff offrirà a tutti gli ospiti un brindisi e una degustazione di dolci tradizionali, e sarà possibile ammirare gli spettacolari fuochi d’artificio dalle vetrate sul mare.

La struttura è dotata di un ampio parcheggio.

Capodanno nella natura

Capodanno nella natura a

Un Capodanno lontano dai clackson ansiosi dei ritardatari che si riducono  sempre all’ultimo momento.

Un cenone gustato in maniera piena, rilassata, liberi dal timer del forno o dalle tartine da impiattare.

Guardare i fuochi d’artificio immersi nella natura, senza accontentarsi di sbirciarli tra vette di edifici e antenne paraboliche.

Valle dell’Aquila- hotel di charme vi invita a “Cin cin nella natura”, una serata da trascorrere con la famiglia in un’atmosfera allegra e conviviale, dal gusto tutto mediterraneo, venendo in contro anche ai gusti dei più piccini.

Dopo il cenone, a base di prelibatezze di terra e di mare si aspetterà il nuovo anno per brindare insieme e gustare dolci tipici tradizionali.

L’hotel è in Massarella Settefrati (FR). La struttura offre anche percorsi naturalistici e prodotti biologici.

L’abito ideale per trasformare il futuro sposo in un perfetto gentleman

L'abito ideale per trasformare il futuro sposo in un perfetto gentleman

Anche per lo sposo la scelta dell’abito è importante e così come le future spose. I rispettivi partner sono legati alle tendenze del momento. Un numero sempre maggiore di sposi si sta ispirando agli abiti del grande Gatsby, il famoso dandy anni ’20 nonché protagonista del film di Francis Scott Fitzgerald interpretato da Leonardo Di Caprio. Gli abiti tre pezzi indossati sono particolarmente eleganti, gli accessori sono selezionati con una cura minuziosa.

Così è possibile scegliere abiti alla moda abbinando ad esempio giacca blu o a righe e pantalone bianco o ancora scegliendo un abito da sposo rosa chiaro.  Le tendenze del 2014 vedono dunque il futuro marito trasformarsi in un perfetto gentleman per conquistare ancora di più la propria donna anche sull’altare.  

L’acconciatura ideale per la sposa 2014

L'acconciatura ideale per la sposa 2014

Il giorno del “” per la sposa è il giorno più bello e tutto deve essere perfetto. Oltre l’abito è importante curare capelli ed acconciatura ed anche per i capelli bisogna conoscere tutte le tendenze del momento. Nel 2014 la treccia prevarrà sulle altre acconciature: potrà essere semplice o a spiga di pesce, impreziosita da fiori di campo o potrà circondare la testa come un cerchietto.

La coda di cavallo è un’ideale alternativa per chi ama la semplicità: può essere molto alta e chiusa in una fascia di capelli o bassa e laterale, per risultare essere romantiche e raffinate. Ma c’è anche chi vuole osare di più. Ecco dunque che tornano le acconciature anni ‘50- ’60 con capelli voluminosi e cotonati. Insomma romantiche, semplici o eccentriche: nel 2014 le acconciature vogliono interpretare la personalità delle sposa, esaltandone un carattere in particolare.

Come valorizzare l’abito con il gioiello perfetto

Come valorizzare l’abito con il gioiello perfetto

 

Grande, anzi grandissimo! L’accessorio da indossare dovrà avere un unico requisito per impreziosire l’abito da sposa. Gli orecchini, specialmente se appariscenti, non dovranno essere accompagnati da altro gioiello, invece il bracciale luccicante non dovrà essere abbinato ad una  collana, soprattutto se vistosa. Infine, unico protagonista del giorno, sarà la fede che dovrà risaltare sulla mano curata della sposa. Inutile aggiungere che per tutti gli altri anelli non ci sarà posto quel giorno.

Non solo bianco: l’abito 2014 si tinge di rosa

Non solo bianco: l'abito 2014 si tinge di rosa

La tradizione vuole che l’abito da sposa, soprattutto in un matrimonio in chiesa, sia bianco o avorio. Le ultime tendenze però, rivoluzionano i colori dell’abito che, nell’autunno/inverno 2014, sarà rosa, così come proposto sulle passerelle della New York dridal fashion week. Il rosa sarà protagonista in tutte le sue sfumature dalle più leggere e raffinate, per avere vestiti  che rimandano ai petali di una rosa, alla più schoking, per differenziarsi e chiudere con le vecchie tradizioni. Si può addirittura avere abiti che toccano le tonalità del rosso intenso e vivace. Per quanto riguarda il modello, si può andare dagli abiti più aderenti agli abiti più morbidi e vaporosi. La sposa potrà dunque scegliere se osare o restare ancorata alle tradizioni, conservando in ogni caso, romanticismo e leggerezza.

L’abito da sposa giusto per noi: le nuove tendenze del 2014

L'abito da sposa giusto per noi: le nuove tendenze del

Scegliere l’abito da sposa giusto per una donna è sempre un’emozione ma il vero segreto per trovare quello adatto, è che esso rispecchi la nostra idea di matrimonio. Conoscere le tendenze del momento per capire cosa possa fare al caso nostro, può esserci di grande aiuto. Per gli abiti della sposa del 2014 ritorna lo stile vintage ispirato agli anni ’20 con la tendenza Grande Gatsby. Si tratta di abiti scivolati, ricoperti da perline e decorazioni scintillanti dai tessuto delicati o ancora gonne lunghe ma non vaporose che si accompagnano a corpetti non fasciati e morbidi. La moda ripropone abiti corti, caratterizzati da gonne vaporose ed ampie  abbinate a corpetti stetti e fascianti, ideali per valorizzare il punto vita. Al contrario, si è ridotta la moda degli abiti senza spalline: al corpetto classico senza spalline si abbina uno stato di pizzo velato per ricoprire le spalle e il decolltè.  Ultima nota suggerita dai nuovi trend è il colore, che per la nuova stagione, si può abbinare al  bianco: il lussuoso ed elegante oro. Le spose che vogliono differenziarsi, possono poi scegliere un abito dalle diverse sfumature di rosa, per risaltare la propria personalità. In ogni caso, attente sempre a trovare l’abito che valorizzi il vostro fisico e metta in risalto le vostre qualità. .

Matrimonio eco-solidale: da oggi si può

Matrimonio eco-solidale: da oggi si può

È possibile tutelare l’ambiente anche il giorno del proprio matrimonio? Certo che si! Basta scegliere un matrimonio eco-solidale. Un pizzico di fantasia, una manciata di originalità ed ecco che ogni fase della cerimonia diventa un’espressione concreta di solidarietà verso l’ambiente. La location giusta sarà sicuramente un’oasi nel verde, aria pulita e relax di suoni e colori. Il menù dovrà essere rigorosamente a Km 0, con piatti locali e cibi di stagione. L’allestimento sarà bio, tovaglie in cotone o lino, posate e piatti composti da materiali naturali e al posto di fiori freschi, piante in vaso da poter riutilizzare senza nuocere alla natura. Per quanto riguarda le bomboniere, si potrà optare per un prodotto biologico acquistato presso un negozio equo e solidale o devolvere la cifra altrimenti destinata ad un’associazione no profit, regalando agli invitati un gesto di amore verso il prossimo e perché no, anche verso se stessi.

Organizzare il matrimonio in modo simpatico e innovativo.SireApp, l’app per i matrimoni.

Organizzare il matrimonio in modo simpatico e innovativo.SireApp, l'app per i matrimoni.

Un’applicazione simpatica e innovativa per organizzare il proprio matrimonio? Con SireApp si può! Sire Ricevimenti infatti, in occasione della fiera Tutto Sposi, che si terrà dal 19 al 27 ottobre alla Mostra d’Oltremare di Napoli, presenterà SireApp, la nuova applicazione per smartphone Apple Store e Android presonalizzata per il  matrimonio. L’app di sire è scaricabile dal market di Android e dall’Apple Store e ed è formata da  10 pagine circa che contengono le informazoni principali sul matrimonio come dettagli sugli sposi, la location del ricevimento, la chiesa,la lista di nozze e altre notizie e curiosità sul matrimonio. L’applicazione sarà scaricata dagli invitati che così avranno l’opportunità di ottenere informazioni sul matrimonio in modo rapido e divertente. SireApp resterà funzionante e sarà scaricabile per 12 mesi, ed in seguito potrà essere rinnovata, evolvendosi in un’app che segue gli sposi nel loro percorso di vita (viaggio di nozze ecc.). Sul sito Sire ci sarà una pagina dedicata all’app raggiungibile tamite il sito www.sireapp.it e sarà possibile scaricare una demo inserendo come parola chiave sire ricevimenti.

Ultimo saluto alle vittime dell’ incidente in IrpiniaLast respects to the victims of the ‘incident in IrpiniaUn dernier hommage aux victimes de “l’incident en Irpinia

Ultimo saluto alle vittime dell' incidente in Irpinia

Il giorno più triste è arrivato, sono disposte l’una accanto all’altra le salme delle 38 vittime  su un  tappeto rosso, le corone di fiori; così vicini come erano state allineate dopo il loro ritrovamento.

I familiari delle povere vittime che hanno perso la vita nel tragico indicente di domenica sera in Irpinia sono giunti  sin dalle prime ore del mattino, al palazzetto dello sport di Pozzuoli e 38 vittime dell’incidente del bus in Irpinia.  Se ne contano 4 mila al Palazzetto dello  Sport di Monteruscello. Altre centinaia si sono fermati fuori dalla struttura, per seguire le esequie sui maxischermi.

Durante l’omelia, il vescovo di Pozzuoli, che ha celebrato la cerimonia, ha lanciato un appello per una solidarietà concreta nei confronti dei feriti e dei familiari delle vittime: «Istituzioni civili e religiose, non lasciamo soli questi nostri fratelli – ha detto Monsignor Gennaro Pascarella – soprattutto quelli che si sono ritrovati senza più sostegni anche economici». Di fronte ad una tragedia simile, ha aggiunto, «forte è lo sconcerto, è difficile parlare».

Ogni parola detta può suonare banale, fuori posto o solo formale. Verrebbe solo di tacere o gridare il proprio dolore». Poi, ha rivolto un invito ai magistrati, cui «spetterà fare chiarezza sulla dinamica dell’incidente per trovarne le cause, ad altri mettere in atto strumenti che non permettano che si verifichino altri incidenti. La prima solidarietà è il rispetto delle regole».